Ed è legale coltivare cannabis in Svizzera?

È possibile coltivare cannabis in Svizzera, ma non tutti i tipi, non chiunque, e non da nessuna parte.

La legislazione che disciplina la cannabis è sia federale che cantonale. Ecco un breve tour delle leggi che disciplinano la coltivazione della cannabis in Svizzera.

Posso coltivare cannabis con più dell'1% di THC?

Non. Non è possibile per il grande pubblico coltivare cannabis con più dell’1% di THC. Questa pratica è potenzialmente legale se ha un’autorizzazione FOPH, che in teoria può essere ottenuta per tre motivi: ricerca scientifica, applicazione medica limitata, o lo sviluppo di farmaci.

Per ottenere questa autorizzazione, un certo numero di documenti devono essere inviati all’UFPH, tra cui un estratto dal registro commerciale. Non è quindi possibile per uso medico personale applicare per la coltivazione di piante contenenti THC. Infatti, questa autorizzazione soggetta alla visita del DOSP è estremamente limitata. Infatti, la cannabis non è quasi consentita per uso medico in Svizzera (prescrizione), ad eccezione della preparazione Sativex, dal punto di vista dell’OFSP, non c’è bisogno di piantagioni di cannabis con THC. Inoltre, questa autorizzazione non dà il diritto di venderla o consumarla, dal momento che oltre l’1% della cannabis THC diventa una droga governata dalla legge sul narcotici.

Sottomo inoltre sottolineare che i semi potenzialmente contenenti fiori con più dell’1% di THC sono illegali in Svizzera allo stesso modo di un fiore pronto da mangiare. Non ha quindi senso provocare le autorità con la scusa del seme da collezione. Questo è il motivo per cui non è consigliabile germinare i semi trovati in un pacchetto CBD. Infatti, non vi è alcuna garanzia che la pianta conterrà meno di 1% THC, e si potrebbe inconsapevolmente finire in una situazione illegale. Vi consigliamo di rimettervi su semi stabili o tagli venduti in negozi affidabili per evitare una brutta sorpresa.

Posso coltivare cannabis con meno dell'1% di THC?

. È legale coltivare cannabis con meno dell’1% di THC, anche per gli individui. La legislazione federale è molto flessibile in questo settore e scarica (quasi) interamente il suo regolamento ai cantoni da un lato, e all’Ufficio federale dell’agricoltura (OFAG) dall’altro.
Di seguito è riportato un testo dal sito web della confederazione che spiega sommariamente la sua posizione sulla questione:

Coltura di canapa con un contenuto di THC inferiore all’1%

Ai sensi dell’appendice 6, articolo 5 dell’accordo tra la Confederazione svizzera e la Comunità europea sul commercio agricolo (RS 0.916.026.81), la Svizzera ammette la commercializzazione sul proprio territorio di sementi di varietà di canapa ammesse nella Comunità (catalogo europeo). Inoltre, va notato che:

  • L’OFAG e l’UFPH non es pubblicano alcuna autorizzazione speciale per la coltivazione della canapa.
  • L’alimentazione degli animali in affitto con la canapa è vietata.

Per eventuali ulteriori domande relative alla coltivazione della canapa, si prega di contattare:

phyto@blw.admin.ch

Quale cannabis può essere coltivata su una superficie agricola?

Solo canapa. Infatti, la coltivazione su terreni agricoli utili è molto sorvegliata, fino ai semi ammessi. Non è effettivamente possibile coltivare cannabis a più dello 0,2% di THC su un terreno agricolo, poiché gli unici semi che sono legali da piantare/acquistare sono quelli del catalogo europeo. Tuttavia, i semi del catalogo europeo sono disciplinati dal diritto europeo che non consente la cannabis con più dello 0,2% di THC. In realtà, sui terreni agricoli, non è possibile coltivare cannabis, ma solo canapa.

Se l’agricoltore riceve pagamenti diretti, dovrà annunciare che sta coltivando cannabis come dichiarerebbe le altre varietà.

A seconda dei cantoni, l’annuncio della coltivazione della canapa su terreni agricoli è raccomandato, obbligatorio o non soggetto a pubblicità. Il cantone di Berna, ad esempio, non impone la dichiarazione di coltivazione della canapa, a differenza del cantone di Vaud. Vi consigliamo di annunciarvi con il vostro comune o le autorità locali per garantire la legalità della vostra piantagione. Infatti, come indicato sul sito della Confederazione, non c’è autorizzazione (e quindi un divieto), quindi non si perde nulla per annunciare se stessi.

Infine, in Svizzera è molto difficile diventare un agricoltore o avere il diritto di sfruttare una zona agricola, ma non è di gran lunga una necessità diventare coltivatori di cannabis. Infatti, lo sfruttamento di terreni agricoli per coltivare cannabis CBD a meno di 1% THC è il più limitato e quindi il metodo più controllato quindi il più scoraggiato.

Quale cannabis può far crescere un individuo?

L’individuo è meno limitato, a condizione che non cresca su una superficie agricola e che rimanga al di sotto del marchio di THC dell’1%. La legislazione a cui deve fare riferimento è quella del suo cantone. La maggior parte di loro non ha regole per gli individui, così come non ci sono regole per la coltivazione di pomodori o basilico.
Sul tuo balcone, nel tuo orto o nel tuo armadio, sei libero di coltivare le colture!

Uno dei cantoni più restrittivi è Saint-Gall, che impone l’annuncio alle autorità di qualsiasi coltivazione di più di 10 piante. Ancora una volta, questo annuncio non è fatto in cambio di autorizzazione, perché a livello federale, non c’è alcuna autorizzazione per coltivare cannabis CBD. Si può quindi sempre chiamare il vostro cantone o il vostro comune al fine di conoscere la legislazione in vigore a casa poiché come individuo non saranno in grado di impedirvi di coltivare. I cantoni di Vaud, Berna o Vallese, per esempio, non impongono alcun vincolo agli individui.

Le autorità possono distinguere tra una coltura di cannabis con più o meno dell'1% di THC?

. Ci sono test rapidi che le forze dell’ordine possono utilizzare per determinare se la pianta di cannabis (in fiore) contiene più o meno 1% THC.

In caso di controllo o perquisizione, la polizia saprà immediatamente che la tua cannabis contiene meno dell’1% di THC e non sarai perseguito per aver violato la regola della droga.

Cosa succede se non posso dimostrare che non è cannabis con meno di 1% THC (se non è in fiore per esempio o se si tratta di semi)?

Se non riesci a sollevare il sospetto, perché le tue piante non sono in fiore per esempio, potresti trovarti in una situazione difficile, a seconda del tuo atteggiamento, del tuo background e delle forze dell’ordine.

Al fine di proteggervi, vi consigliamo di segnalare se stessi alle autorità vicine a voi. Sei nei tuoi diritti. Annunciando che si sta piantando CBD non causerà alcuna reazione in quanto non è nemmeno obbligatorio, ma potrebbe essere utile in caso di ulteriore controllo, o volo.

Se i sospetti contro di voi sono molto alti, la vostra attrezzatura di coltivazione può essere sequestrato. Se si dispone di una patente di guida, si può anche essere segnalati ai servizi di auto (SAN) che farà un ritiro preventivo della patente. Per ottenerlo indietro, è necessario sottoporsi a test antidroga per dimostrare la vostra sobrietà. Questo vi costerà diverse centinaia di franchi e può durare molti mesi fino a quando qualsiasi sospetto è sollevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.